* Il tuo browser non supporta Javascript: installare il componente per visionare correttamente il sito *

se stai cercando assistenza legale penale a Belluno puoi rivolgerti con fiducia allo Studio Legale Bettiol di Belluno; nel sito studiolegalebettiol.it troverete informazioni utili sui servizi offerti dallo Studio.

entra nel sito studiolegalebettiol.it avrai l'opportunità di trovare informazioni utili per quanto concerne assistenza legale penale a Belluno assistenza legale civile, cause separazione e divorzi Belluno, controversie condominiali a Belluno. Quindi se stai cercando un avvocato civilista a Belluno oppure inviaci una mail a info@studiolegalebettiol.it.

Se cerchi un avvocato Belluno puoi consultare lo Studio Legale Bettiol, un team di professionisti in grado di valutare le tue necessità e fornirti l'assistenza legale di cui hai bisogno - www.studiolegalebettiol.it .

Nel sito studiolegalebettiol.it troverete informazioni utili per il avvocato a Belluno Padova Treviso Vicenza e Venezia ,consulenze legali consulenza legale su eredità legittima. studiolegalebettiol.it è al tuo fianco se hai bisogno di recupero crediti a Belluno Treviso Padova Venezia Veneto.

affidati allo Studio Legale Bettiol se stai cercando consulenza diritto commerciale e societario a Belluno - competenza e professionalità contradistinguono lo Studio Legale Bettiol - risposte concrete alle tue esigenze !

Entra nel sito studiolegalebettiol.it se cercate un consulenza su diritto commerciale a Belluno o uno studio legale specializzato in consulenza contrattuale a Belluno; l'avvocato penalista che stavate cercando lo potete trovare presso lo studio Legale Bettiol a Belluno;.

se cerchi consulenza diritto amministrativo e societario a Belluno : sei nel posto giusto , Studio Legale Bettiol è la soluzione che stavate cercando, garanzia di professionalità e competenza - lo trovi a Belluno in Viale Fantuzzi n° 11, a pochi metri dalla Questura e dagli Uffici Giudiziari, con ampia possibilità di parcheggi nelle immediate vicinanze.

La scelta di uno Studio Legale per consulenza su diritto amministrativo e societario a Belluno , tutela legale e risarcimento malasanità può essere un'operazione complessa e non priva di difficoltà; è necessario quindi affidarsi a strutture competenti ed organizzate in grado di assicurare i risultati sperati; rivolgiti allo Studio Legale Bettiol contattandoci al numero telefonico 0437-944.210 oppure inviando un fax a 0437-298.938 o in alternativa inviandoci una mail a : info@studiolegalebettiol.it;

Hai bisogno di consulenza ed assistenza su reati ambientali Belluno e non sai a chi rivolgerti? allora puoi rivolgerti allo Studio Legale Bettiol , un team di Avvocati con grande esperienza in grado di fornire l'assistenza legale che stavate cercando.

Lo Studio Legale Bettiol Vi offre un servizio altamente qualificato per assistenza su reati ambientali a Belluno ed assistenza su reati ambientali Belluno oppure sei alla ricerca di un mediatore abilitato dal MInistero di Grazia e Giustizia rivolgiti allo studio legale Bettiol Belluno.

lo Studio Legale Bettiol a Belluno è mediatore abilitato dal Ministero di Grazia e Giustizia - competenza e professionalità al vostro servizio per ricorsi sanzioni amministrative a Belluno

lo Studio Legale Bettiol è in grado di fornirvi tutta l'assistenza necessaria per il risarcimento su infortunistica stradale a Belluno e cause legali su infortunistica stradale ricorsi ordinanze ingiunzioni di pagamento sanzioni amministrative e ricorsi ordinanze ingiunzioni di pagamento lo Studio Bettiol è inoltre un mediatore abilitato dal Ministero di Grazia e Giustizia.

Naviga il sito qui:

Ci rivolgiamo soprattutto ad aziende e privati e siamo vicini a: Belluno Ponte nelle Alpi Padova Treviso Vicenza Venezia Veneto Limana Trichiana Lentiai NevegalSedicoSospiroloPieve d'AlpagoPuos d'AlpagoFarra d'AlpagoChies d'AlpagoFeltreLongarone

Studio Legale Avvocato Stefano Bettiol - Avvocato Belluno e Treviso

INTERVENTO ESTETICO MAL RIUSCITO: LA RESPONSABILITA’ DELLA STRUTTURA SANITARIA

Torna ad archivio: Blog

In linea generale, quando si agisce per ottenere il risarcimento dei danni subiti in conseguenza dell’esito infausto di un intervento estetico, si estende il contraddittorio della causa anche alla struttura sanitaria che ha ospitato l’operazione.

Infatti, la struttura sanitaria, con l’accettazione del paziente ai fini del ricovero per l’intervento programmato, conclude con lo stesso un contratto atipico di spedalità e di assistenza sanitaria, da cui derivano obblighi non solo di tipo alberghiero, ma anche di messa a disposizione del personale medico ausiliario, del personale paramedico e dell’apprestamento di tutte le attrezzature necessarie, anche in vista di eventuali complicazioni od emergenze.

Conseguentemente, anche la struttura sanitaria risulta responsabile, ex art. 1218 c.c., per l’inadempimento delle obbligazioni direttamente a suo carico, nonché, in virtù dell’art. 1228 c.c. per l’inadempimento della prestazione medico-professionale svolta direttamente dal sanitario, in qualità di suo ausiliario necessario, pur in assenza di un rapporto di lavoro subordinato, comunque sussistendo un collegamento tra la prestazione da costui effettuata e la sua organizzazione aziendale, non rilevando al riguardo la circostanza che il sanitario sia di fiducia dello stesso paziente e da lui stesso scelto (Cassazione n. 13953/2007 e n. 1620/2012).

La responsabilità della struttura sanitaria per inadempimento di proprie obbligazioni sussiste, ad esempio, in caso di inefficiente organizzazione delle attrezzature o del personale medico ausiliario e paramedico o alle prestazioni di carattere alberghiero. La responsabilità per il comportamento dei medici, invece, prescinde dalla sussistenza di un vero e proprio rapporto di lavoro subordinato, assumendo rilevanza la circostanza che dell’opera del medico la casa di cura comunque si avvalga nell’attuazione del rapporto obbligatorio. La responsabilità dell’ente, pertanto, trova fondamento, non già nella colpa degli ausiliari, ma nel rischio relativo all’utilizzazione dei terzi nell’adempimento dell’obbligazione.

Tale sentenza ribadisce il consolidato orientamento giurisprudenziale secondo cui, in tema di responsabilità civile nell’attività medico-chirurgica, ove sia dedotta una responsabilità contrattuale della struttura sanitaria e/o del medico per l’inesatto adempimento della prestazione sanitaria, il danneggiato deve fornire la prova del contratto (cioè che sia stato operato), dell’aggravamento o insorgenza della situazione patologica per effetto dell’intervento e del relativo nesso di causalità con l’azione o l’omissione dei sanitari. A carico dell’obbligato (il sanitario o la struttura) resta, invece, la prova che la prestazione professionale sia stata eseguita in modo diligente e che quegli esiti siano stati determinati da un evento imprevisto e imprevedibile (Cass. n. 975/2009).

P.iva 00902920255 - C.F. BTTSFN68T02A757C